Adeguamento alle nuove indicazioni ministeriali in materia di prevenzione incendi nelle scuole, ai sensi del DM 21 marzo 2018 e della nota dei VV.FF prot. n° 5264 del 18 aprile 2018

Le attività di adeguamento degli edifici scolastici attuative del DM 26 agosto 1992 sono realizzate attraverso livelli di priorità programmatica. Ricadono nella sfera di competenza del dirigente scolastico una serie di attività di organizzazione e controllo (impianto elettrico, sistemi di allarme, estintori, etc); torna a proporsi il tema cruciale del riparto di responsabilità tra Ente Locale Proprietario e Dirigente Scolastico. In riferimento al dlgs 81/2008 e alle successive norme in materia di sicurezza, nel caso specifico di prevenzione incendi, gli EL sono responsabili del procedimento finalizzato al conseguimento/rinnovo del CPI, anche sotto forma di SCIA; i DS restano comunque titolari di un dovere di vigilanza generale in materia di sicurezza e sono tenuti a richiedere all’EL di competenza la prescritta documentazione (art. 18 comma 3 dlgs 81/2008). A fronte della complessità della materia e degli obblighi organizzativo-gestionali in capo al DS dell scuole, con risorse umane e finanziarie carenti, rileviamo forti criticità di sistema per le quali richiediamo indicazioni al Ministro MIUR.

Vi invitiamo a sostenere la nostra richiesta di intervento urgente firmando la lettera al seguente link: Lettera al Ministro MIUR DM 21 marzo 2018 (adeguamento antincendio)

Il Presidente
Prof.ssa Franca Principe

Lascia un commento